Introduzione

L’USAV e i Servizi veterinari cantonali collaborano in modo strutturato nell’ambito del settore veterinario pubblico. In qualità di «Servizio veterinario svizzero» si impegnano per la salute e il benessere degli uomini e degli animali. Mentre l’esecuzione della legislazione nel settore della protezione degli animali spetta in toto ai Cantoni, l’USAV si occupa della messa a disposizione di strumenti quali tool informatici, manuali, check list e informazioni tecniche, della formazione e del perfezionamento dei veterinari ufficiali nonché dell’organizzazione di Piattaforme sulla protezione degli animali. Gestisce inoltre lo scambio regolare di informazioni tra i singoli Uffici veterinari cantonali sotto forma di Commissione permanente per la protezione degli animali. Attraverso tutte queste attività l’USAV concretizza il suo impegno a promuovere un’esecuzione il più possibile uniforme, e quindi armonizzata, della legislazione in materia di protezione degli animali.

L’obiettivo supremo di questa intensa collaborazione tra Confederazione e Cantoni è garantire un’attività di esecuzione efficace ed efficiente. La Strategia sulla protezione animale 2017+ del Servizio veterinario svizzero include progetti con questa precisa finalità.

In un’epoca in cui il tema della protezione degli animali suscita forti emozioni e sia l’opinione pubblica sia i media si costruiscono opinioni in tempi rapidi, è quindi ancora più importante che i singoli casi vengano trattati con competenza e le autorità veterinarie interessate esprimano pareri uniformi e oggettivi.

Oltre a occuparsi dei casi in materia di protezione degli animali di rilevanza mediatica, che riguardano perlopiù singole aziende, gli Uffici veterinari cantonali sono chiamati per legge a rivestire una funzione di controllo. Per svolgere queste attività che potrebbero sembrare routinarie, il personale ufficiale addetto ai controlli deve sbrigare un gran numero di mansioni organizzative e dimostrare un alto livello di competenze specialistiche e un forte impegno personale nel contesto di situazioni spesso difficili. A finire sotto la lente d’ingrandimento dell’opinione pubblica sono soprattutto i controlli delle aziende agricole detentrici di animali, vista la loro stretta correlazione con la sicurezza delle derrate alimentari. Ma anche tutte le aziende autorizzate a detenere animali selvatici nonché le detenzioni professionali, gli allevamenti di animali e i rifugi devono essere sottoposti a regolari controlli. Se si constatano lacune o violazioni della legge, è compito dei servizi cantonali preposti alla protezione degli animali ripristinare nelle aziende in questione una situazione di conformità mediante l’introduzione di opportune misure.